PARIGI A 30 KM/H

PARIGI A 30 KM/H

14 lug 2021

Come aveva promesso in campagna elettorale, la sindaca di Parigi Anne Hidalgo, d’accordo con il suo vicesindaco con delega ai trasporti David Belliard dei Verdi, frenerà le auto nel centro di Parigi. Dal 31 agosto tutte le strade della capitale francese sarà applicato il limite di 30 km/h, tranne in alcune arterie di scorrimento, dove il limite, attualmente fissato a 70 km/h, in futuro si vorrebbe ridurre a 50 km/h. Si completerà così l’operazione che il Municipio di Parigi porta avanti già da tempo per scoraggiare l’uso dell’automobile in città.

Per quanto innovativa, questa misura non è la prima di questo genere in Europa, né Parigi è un unicum tra le città francesi. In Francia, già dal 2016 Grenoble ha il limite di 30km/h su tutto il centro, come Lille (2019) e Nantes (2020); a livello europeo, in Spagna si pensa di intervenire addirittura a livello di codice stradale, ponendo a 30 km/h il limite di velocità in area urbana, e Bruxelles è zona 30 dal 1 Gennaio 2021. Anche altre città, se non a tutto il centro, stanno allargando progressivamente le loro zone 30.

La misura tende a proteggere gli utenti deboli della strada. Diminuire la velocità significa infatti da un lato per gli automobilisti avere tempo di accorgersi delle situazioni che si creano intorno a loro e a reagire in maniera consona, potendo anche, nel caso, frenare più velocemente e in minor spazio; dall’altro lato, diminuisce il danno in caso di incidenti: uno studio dell’OMS spiega che da 50 a 65 km/h, la probabilità di sopravvivere di un pedone investito si abbassa di circa 5 volte.

Volt Bologna, in linea con gli sviluppi europei, e guardando ad un futuro più verde, auspica che anche Bologna si allinei a questa tendenza, per una maggior sicurezza nelle nostre strade e per favorire l’utilizzo della mobilità dolce, in modo che l’auto sia sempre meno una necessità e che tutti gli utenti della strada siano protetti in egual modo.